SINTESI ATTIVITA’ SVOLTA NEL CORSO DEL 2020

Anche nel corso del 2020 le attività di Società Economica Valtellinese hanno seguito gli indirizzi di presenza sul territorio, collaborazione con le sue Istituzioni ed animazione del dibattito sui temi dello sviluppo socio-economico, che costituiscono la mission che il sodalizio ha costantemente assolto nei suoi 27 anni di attività. In particolare l’attività dell’anno precedente, che si era conclusa con l’organizzazione a Sondrio di un seminario dal titolo “Identità e Innovazione per un turismo alpino sostenibile”, aveva segnato alcune direttrici per l’attività del successivo, con particolare rilievo per il tema del turismo visto come elemento portante dell’economia del nostro territorio.

Il 2020 è iniziato con tre importanti eventi:

  • la presentazione degli Atti del Convegno sugli Economisti Valtellinese nel corso di uno stimolante incontro pubblico svoltosi a Sondrio il 3 febbraio con la partecipazione del Prof. Francesco Saraceno;
  • la realizzazione, l’allestimento e la presentazione a Sondrio di una importante Mostra documentaria sul tema “Demografia Welfare e Terza Età”, che avrebbe poi dovuto circolare nei diversi centri della Provincia
  • il partecipato incontro di presentazione e premiazione dei risultati del Concorso “La montagna che vorrei”, che rappresentava la conclusione della seconda edizione dell’itinerario formativo “Montagna 4.0” e il lancio della terza edizione dello stesso, dal titolo “FUTUReALPS”.

Purtroppo le vicende dell’epidemia Covid-19 ci hanno costretto ad una profonda revisione dei programmi di attività, che nel corso della primavera si sono concentrati sui riflessi socio-economici di questa emergenza, con la pubblicazione di diversi articoli su l’Ordine e con la realizzazione di importanti interviste video ad economisti quali il Prof. Francesco Saraceno (n. 2), il Prof. Alberto Quadrio Curzio e l’Avv. Giuseppe Guzzetti, interviste diffuse sia tramite il mezzo televisivo che tramite la fruizione dal sito SEV.

L’emanazione di provvedimenti governativi di stimolo alla ripresa dell’economia come il lancio del c.d. “Superbonus” hanno portato SEV a organizzare, con la partecipazione di Ordini professionali e di Confartigianato, un Convegno dal titolo “Bonus fiscale e credito di imposta negli interventi di recupero” svoltosi il 17/09 con diverse forme di fruizione in presenza o per via telematica; l’iniziativa ha visto la partecipazione/fruizione da parte di oltre 1.000 soggetti.

Particolare menzione e attenzione meritano i 3 Percorsi formativi svoltisi sotto il titolo “Montagna 4.0”. Le prime due edizioni dell’iniziativa (2017-2018 e 2018-2019) si sono svolte entrambe a Bormio, sulla base di una Convenzione sottoscritta con il Comune, e hanno visto l’organizzazione da parte di SEV di due cicli di 10 incontri pubblici ciascuno, rivolti agli imprenditori, agli studenti e all’intera popolazione, seguiti ciascuno dalla pubblicazione degli Atti del Percorso formativo e da un Concorso di idee, con l’obiettivo di fornire spunti per riflettere sul futuro del territorio e dell’economia montana e supportare la crescita di nuove iniziative in questa direzione. La terza edizione dell’iniziativa, svoltasi sotto il titolo “Montagna 4.0 FUTUReALPS”, ha inteso estendere questa positiva esperienza all’intero territorio della Provincia con 6 tappe (Bormio, Morbegno, Tirano, Chiavenna, Sondrio, Bormio), concentrate ciascuna su di uno specifico aspetto della più generale tematica; ogni tappa si è articolate in 3 diverse attività (lavoro in mattinata con gli studenti degli Istituti Superiori, incontro nel pomeriggio tra gli studenti e un gruppo qualificato di imprenditori e amministratori, incontro pubblico serale), tutte caratterizzate dalla partecipazione telematica oltre che da quella in presenza. Il Progetto, coordinato dalla Prof.ssa Maria Chiara Cattaneo, si è posto l’obiettivo di stimolare una riflessione sulla possibile evoluzione dei diversi aspetti che caratterizzano la realtà e l’economia del nostro territorio nel medio periodo, con l’apporto di qualificati studiosi e la presentazione di interessanti esperienze dall’arco alpino.

Gli ostacoli posti dalle vicende dell’epidemia non hanno fermato la preparazione e l’attuazione di altre iniziative di sostegno alla crescita del nostro territorio, gestite in questi mesi nel rispetto delle precauzioni stabilite dalle norme vigenti, ed in particolare:

  • la partecipazione al Bando Cultura di Fondazione Cariplo in partnership con la Provincia di Sondrio, per un ambizioso Progetto volto a realizzare una nuova piattaforma informatica per l’accesso e la fruizione a distanza in forma semplificata di tutte le risorse culturali del territorio provinciale. Il Progetto è stato approvato e verrà attuato nel biennio ’21-‘22;
  • il completamento della prima fase del progetto di mappatura, riordino, inventariazione e digitalizzazione degli storici Archivi del Genio Civile di Sondrio, e la progettazione e avvio di una seconda fase del progetto stesso;
  • la prosecuzione dell’assistenza alla gestione dell’Associazione Fondiaria di Castione e l’assistenza alla costituzione di una nuova Associazione Fondiaria (Val Corta di Tartano);
  • l’avvio di uno studio per la costituzione di una struttura intercomunale (Albosaggia e Caiolo) per la gestione comune delle risorse agro/silvo/pastorali, con particolare attenzione al tema dei boschi;
  • la collaborazione alla predisposizione di una proposta di candidatura della Valtellina ad ospitare le prime Olimpiadi di Scialpinismo nel quadro dei Giochi Olimpici del 2026;
  • la partecipazione ad un Bando “Erasmus +” con un Progetto formativo frutto di collaborazione internazionale con altri sei soggetti;
  • la prosecuzione del Progetto “Lo Stelvio di Donegani”, condotto in collaborazione con il Liceo Donegani di Sondrio e con l’Istituto Alberti di Bormio,che porterà alla produzione di una Mostra documentaria, di un volume di studi e di un Convegno, a prosecuzione di quelli analoghi realizzati 2 anni fa con riferimento alla Strada dello Spluga.

Nell’attuazione di queste iniziative, e in coerenza con una impostazione già largamente avviata negli anni precedenti, accanto ad iniziative studiate ed attuate in modo autonomo, l’attività dell’Associazione si esprime sempre più frequentemente attraverso la collaborazione organizzativa ed economica con Istituzioni e soggetti del territorio, in alcuni casi tramite la partecipazione comune a Bandi, e in ogni caso cercando di dare il proprio contributo alla crescita culturale, economica e sociale della comunità provinciale sulla base delle logiche e dei valori dello Statuto Comunitario per la Valtellina.

Le attività sopra sintetizzate sono state rese possibili dal supporto dei Soci, ed in particolare dal sostegno economico dei tre Soci Sostenitori (Consorzio Vivi le Valli, A2A e Credito Valtellinese), a cui va il riconoscimento di tutto il Sodalizio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi