Benedetto Abbiati nuovo Presidente SEV

COMUNICATO STAMPA

Si è tenuta mercoledì 20 aprile, presieduta dal prof. Alberto Quadrio Curzio, l’assemblea ordinaria di SEV (Società Economica  Valtellinese). L’improvvisa scomparsa avvenuta nel Dicembre 2010 di Claudio Snider, che dal 2001 aveva diretto con intelligenza, competenza e passione questa Associazione, ha reso necessario la nomina del nuovo Presidente. Commosso e pieno di gratitudine il ricordo a lui dedicato da Giorgio Scaramellini che, in quanto vice Presidente, ha svolto in questi mesi le funzioni di Presidenza con grande esperienza, disponibilità ed efficienza. A lui si sono uniti nel ricordo della figura dello scomparso lo stesso Prof. Quadrio Curzio, suo amico di lunga data, e tutti i presenti.

Alla Presidenza di SEV va l’ingegner Benedetto Abbiati, coadiuvato dal prof. Giuseppe Ronconi, eletto vice Presidente. Nel Comitato Tecnico Scientifico entra la dott.ssa Maria Chiara Cattaneo che, nel suo duplice ruolo di responsabile dell’Ufficio Studi presso la CCIAA di Sondrio e di collaboratrice all’Università Cattolica di Milano, potrà costituire il legame tra la provincia e l’illustre economista.

“Corposo, di qualità, costruttivo” è stato definito da Quadrio Curzio il lavoro assembleare: accanto al bilancio finanziario sono stati presentati i progetti attuati e quelli in corso d’opera, giudicati da tutti i soci esempi di “buone pratiche” e sperimentazioni positive di azioni messe in atto da SEV secondo lo spirito dello Statuto Comunitario per la Valtellina.

Non a caso “comunità” e “comunitarismo” sono stati i termini più usati negli interventi, come simbolo/auspicio di un cambiamento culturale nei processi decisionali locali che si auspica possano coinvolgere strati più ampi di cittadinanza consapevole e responsabile, e non siano più solo frutto di decisioni verticistiche.

Il Prof. Alberto Quadrio Curzio ha ricordato che nel 2013 si celebrerà il ventennale di SEV, associazione nata per dare  ali a una provincia che può e deve essere in grado di decidere il proprio futuro, che sa e deve coniugare il progresso economico con quello culturale e legare entrambi ad uno sviluppo caratterizzato dalla sostenibilità ambientale. Per quella data il federalismo fiscale sarà una realtà concreta, e può dunque costituire l’occasione per SEV di svolgere un ruolo trainante verso una logica di governance sociale.

L’attuale crisi finanziaria ha trasformato radicalmente gli scenari dell’economia mondiale ma anche quelli della nostra Valle: proprio la problematicità dell’oggi può essere uno stimolo per cambiare, per ridisegnare nuove linee  di sviluppo, per programmare interventi secondo una logica di sistema. E’ giunto il momento in cui una capillare azione formativa sullo Statuto può far assumere a tutti, in primis agli amministratori locali, lo spirito, l’humus che caratterizza l’innovativo modo di pensare e amministrare, contrassegnando questo strumento culturale ancora poco noto.

Prossimo appuntamento per seminare stimoli e cominciare a tracciare percorsi in quest’ottica di governance partecipata sarà la nona Giornata dell’economia, organizzata dalla CCIAA di Sondrio per il 6 maggio p.v.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi