SINTESI ATTIVITA’ SVOLTA NEL CORSO DEL 2017

L’attività di Società Economica Valtellinese nel corso del 2017 ha seguito gli indirizzi di presenza sul territorio ed animazione del dibattito sui temi che costituiscono la mission del sodalizio. Dopo il riconoscimento giuridico dell’Associazione, ottenuto con Decreto del Presidente della Giunta regionale del 29/11/16, nella prima parte dell’anno le attività si sono rivolte in modo particolare al Progetto Interreg Italia-Svizzera dal titolo “Il benchmarking territoriale alpino per una governance efficace e consapevole”, di cui era stata presentata apposita manifestazione di interesse nel mese di Settembre ’16 in un quadro che vedeva come partners, oltre a S.E.V. e alle CCIAA dell’arco alpino italiano, anche il Canton Grigioni e, auspicabilmente, soggetti del Canton Ticino e del Canton Vallese. Per promuovere questa iniziativa S.E.V. ha collaborato con il capofila CCIAA Sondrio ad un’ampia serie di contatti, partecipando anche ai Convegni di Cuneo e Mondovì nel Febbraio ’17 e al Seminario di preparazione di Zernez. Purtroppo la decisione dei partner svizzeri di privilegiare altri progetti partecipanti al medesimo Bando non ci ha consentito di perfezionare le pratiche di presentazione di questo rilevante ed ambizioso progetto; S.E.V. sta comunque studiando la possibilità per dare seguito in modo diverso alla raccolta ed analisi di dati socio-economici comparativi tra le diverse aree alpine, che era stata motivo di ampio interesse negli anni passati. Nei primi mesi del 2017 è stato finalmente possibile, dopo un lungo lavoro di sollecitazione dei relatori, procedere alla stampa ed alla diffusione del volume di atti del Convegno svoltosi nel 2016 sul tema dell’Industria Idroelettrica, con cui S.E.V. ha inteso dare un contributo per una conoscenza approfondita di una materia di importanza fondamentale per l’economia e l’ambiente della nostra Provincia. L’Assemblea annuale del Sodalizio, tenutasi in data 26 Maggio con una formula che ha visto la parte istituzionale preceduta da significative comunicazioni da parte di membri del Comitato Scientifico, è stata molto partecipata ed ha consentito di fare il punto sul fondamentale ruolo che SEV può svolgere rispetto al territorio ed alla sua economia. In questo quadro, fin dall’inizio dell’anno sono stati individuati alcuni specifici temi sui quali indirizzare in modo particolare l’attività del sodalizio.

  1. Un primo tema, volto a delineare possibili scenari della mobilità per il futuro del nostro territorio, è stato ampiamente analizzato nell’ambito del Comitato Scientifico, ed ha poi trovato un significativo esito nel Convegno pubblico svoltosi in data 6 Ottobre c/o la Sala Martinelli della CCIAA. L’iniziativa, che ha visto la partecipazione di ben 13 relazioni di carattere tecnico-scientifico seguite da una Tavola rotonda istituzionale, ha visto la partecipazione di un vasto pubblico; S.E.V. intende dare seguito al tema con l’attivazione di alcuni tavoli di approfondimento sulle principali tematiche e con la pubblicazione degli Atti.
  2. Una seconda iniziativa di rilevante importanza è stata l’organizzazione, anche in questo caso sulla base di un fondamentale ruolo del Comitato Scientifico, in collaborazione con CRANEC e su incarico del Comune di Bormio, di un ciclo di 10 incontri formativi con cadenza mensile sotto il titolo complessivo ”Montagna 4.0 : un futuro da costruire insieme”. Il ciclo di incontri, iniziato il giorno 7 Settembre e preceduto da 2 incontri di presentazione in data 19 Giugno e 25 Luglio con la partecipazione del Prof. Alberto Quadrio Curzio, vede l’iscrizione a pagamento di oltre 160 aderenti e la presenza di circa 120 partecipanti ad ogni incontro e proseguirà fino al Giugno 2018.
  3. Una terza attività di grande rilievo, avviata sulla base di contatti informali con il Presidente della Provincia e successivamente oggetto di un formale incarico da parte del Presidente stesso, è stata volta ad una analisi dell’attuale Statuto Istituzionale della Provincia, con l’obiettivo di integrarlo ed arricchirlo sulla base dei contenuti e dei valori espressi dallo Statuto Comunitario per la Valtellina, e delle recenti evoluzioni di carattere normativo (L. 56/14 e L.R. 19/15). L’attività, che ha largamente coinvolto il Comitato operativo, si è tradotta in un documento preparatorio diffuso in Maggio presso tutti i soggetti organizzato del mondo economico, e in una corposa proposta di nuovo articolato sottoposta al Presidente della Provincia all’inizio di Agosto; questa proposta è stata oggetto di analisi congiunta in un primo incontro, a cui ne seguiranno altri nei prossimi mesi.
  4. Nel corso del 2017, anche in relazione al trentennale degli eventi calamitosi del 1987, S.E.V. ha avviato un confronto con i soggetti istituzionalmente competenti (Regione Lombardia, Provincia e Comunità Montane) sul tema della manutenzione del territorio; questa iniziativa ha portato ad un seminario organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri sul tema “La manutenzione territoriale – sicurezza ed esercizio della specificità montana”. L’iniziativa si è svolta a Sondrio in data 6 Dicembre, con la partecipazione di esperti della Regione, del Magistrato del Po, di ERSAF, di Fondazione Fojanini. Sulla base dei contributi portati dagli esperti intendiamo proporre alle Istituzioni competenti (Provincia e Consorzio BIM) una proposta concreta per l’attivazione di programmi strutturati di intervento in questo settore.

Nel corso del 2017 S.E.V. ha rafforzato una modalità di intervento volta ad utilizzare le risorse che le vengono attribuite dai soci, in particolare dai 3 soci sostenitori (Credito Valtellinese, Consorzio Vivi le Valli, A2A) e le risorse intellettuali, scientifiche ed umane dei propri aderenti, per attivare progetti che coinvolgono risorse economiche di altri soggetti, soprattutto di natura istituzionale; questa nuova modalità di intervento, che genera un significativo “effetto leva” nell’utilizzo delle risorse disponibili, è stata applicata, oltre che nel caso dell’iniziativa “Montagna 4.0” in corso di svolgimento a Bormio, a diversi altri casi.
S.E.V. ha promosso insieme ad altri soggetti una articolata iniziativa di studio e sensibilizzazione sul cambiamento climatico con particolare riferimento al nostro territorio, che ha visto:

  • la realizzazione di una ampia ed interessante mostra, allestita per la prima volta a Sondrio c/o la Sala Ligari della Provincia, successivamente a Bormio, e poi, nel corso del 2018, a Tirano, Ponte in Valtellina, Chiesa in Valmalenco, Morbegno, Piuro, Talamona, Villa di Tirano, ancora Bormio e Morbegno, ed anche fuori Provincia (Bergamo e Crema);
  • lo svolgimento in collaborazione con Fondazione Fojanini di Conferenze sul tema della Mostra;
  • la gestione di visite guidate per classi di diverso ordine e grado.

Anche negli altri centri in cui la mostra sarà allestita SEV provvederà a curare i contatti, l’organizzazione, l’allestimento della mostra, lo svolgimento di conferenze e di visite guidate. S.E.V. ha sottoscritto un Protocollo di intesa con il Comune di Tirano per supportarlo nella gestione di iniziative volte a promuovere l’autoimprenditorialità giovanile sul territorio, con particolare riferimento all’attuazione del Progetto “Sbrighes”. Dopo aver acquisito nel 2016 sulla base di una Convenzione con il Liceo Scientifico Carlo Donegani di Sondrio un fondo di n. 52 tavole originali dei primi decenni del ‘800 del progetto della strada dello Spluga, S.E.V. ha coordinato un articolato programma di studio e valorizzazione di tali documenti, ed è capofila di un Progetto cofinanziato da Fondazione Pro Valtellina e dalle scuole della Provincia che consentirà la prosecuzione delle attività di studio e la attuazione nel 2018 di una Mostra, di un Convegno, della proposta di realizzazione di pannelli illustrativi da collocare in punti significativi della strada dello Spluga. E’ stato concluso e rendicontato a Fondazione Pro Valtellina il “Progetto Rajna”, avviato nel 2016 che ha portato a digitalizzare e mettere online circa 50.000 pagine di un importante patrimonio di periodici storici della Provincia di Sondrio risalenti al ‘800 e ai primi decenni del ‘900, con l’obiettivo della loro conservazione e fruizione; è prevista la possibile futura estensione dell’attività ad altri patrimoni documentari. Non va dimenticato il “Progetto Piastra”, coordinato da SEV nel 2016 per supportare il Comune di Sondrio nella partecipazione ad un Bando per interventi di riqualificazione delle periferie urbane, che ha prodotto l’attribuzione da parte del competente Ministero di contributi finanziari per oltre 8 Milioni di € di investimenti, che vanno ad aggiungersi ad autofinanziamenti pubblici e privati di pari entità. Il Progetto di recupero di vigneti abbandonati, attuato mediante la costituzione di una Associazione Fondiaria a Castione promossa, curata e gestita da S.E.V., nell’ambito del più ampio “Progetto +++” promosso da soggetti pubblici e privati della Provincia e finanziato da Fondazione Cariplo, che prosegue regolarmente con risultati incoraggianti anche per iniziative analoghe in altre parti della Provincia.
Nel corso del 2017, oltre a 30 sedute del Comitato Operativo, si sono svolti alcuni incontri di natura formativa allargati anche a soggetti esterni interessati su temi di interesse comune quali ad esempio l’evoluzione del sistema delle Multiutility in Lombardia.
Infine SEV ha proseguito attivamente la diffusione di contributi di riflessione sulla realtà del territorio attraverso la pubblicazione su “L’Ordine” di ben 11 articoli, che vanno ad aggiungersi ai 23 articoli pubblicati negli anni precedenti. Nel corso del 2017 S.E.V. ha partecipato a diverse iniziative pubbliche sui temi dell’economia, del territorio e delle istituzioni della nostra Provincia, portando ovunque il proprio contributo sulla base delle logiche e dei valori dello Statuto Comunitario per la Valtellina; tra le altre iniziative ricordiamo

  • le cerimonie commemorative per il trentennale dell’alluvione del 1987 (18/06/17)
  • l’Assemblea di Politec
  • l’Assemblea di Confindustria
  • la Giornata Provinciale dell’Artigianato
  • il Seminario sui finanziamenti comunitari per l’innovazione come opportunità di crescita per il territorio(13//10/17)
  • la Giornata di Studi in memoria di Lisa Garbellini (01/12/17)

S.E.V. partecipa insieme ad altre organizzazioni a numerose altre iniziative in corso:

  • Contratto di Fiume promosso dalla C.M. Valtellina di Sondrio;
  • Comitato Scientifico per l’attuazione della “Casa della Montagna” al Castel Masegra di Sondrio;
  • L’attuazione coordinata da parte delle Sezioni CAI della Provincia della L.R. n. 5 del 27/02/17 sulla promozione della Rete escursionistica della Lombardia.
  • Il sostegno al Progetto “Spettacolo dal Vivo”, di cui è promotore e Socio sostenitore, con una attiva presenza nel Consiglio Direttivo.
Programmazione dell’attività 2018

Il Comitato Operativo ed il Comitato Scientifico di S.E.V. hanno avviato la riflessione sulle iniziative da svolgere nel corso del 2018, e le prime direttrici di attività messe a fuoco possono essere così sintetizzate:

  • Collaborazione con il Consorzio Vivi le Valli per promuovere la conoscenza e l’attuazione del significativo Progetto sulla Rete ciclabile di Valtellina e Valchiavenna, che va nella direzione di una strategica diversificazione e destagionalizzazione dell’economia turistica del nostro territorio
  • Raccolta e pubblicazione degli Atti del Convegno sulla Mobilità del 6 Ottobre 2017
  • Avvio di Tavoli di confronto per ulteriormente sviluppare gli spunti emersi nel corso del Convegno sulla Mobilità e per promuovere la loro traduzione in scelte operative sia a livello infrastrutturale che organizzativo
  • Completamento del Percorso Formativo “Montagna 4.0: un futuro da costruire insieme”, e costruzione di un Concorso di idee aperto ai partecipanti volto ad individuare progettualità per la valorizzazione e lo sviluppo del patrimonio locale
  • Proposta per la progettazione ed attuazione di un secondo nuovo percorso formativo in Alta Valtellina
  • Sviluppo di un progetto per la formazione di nuovi giovani amministratori locali
  • Prosecuzione del confronto con la Provincia per la definizione del testo del nuovo Statuto istituzionale, e organizzazione di attività volte a promuoverne la conoscenza e la condivisione
  • Avvio di un confronto con Provincia e con Consorzio BIM per la promozione e l’attuazione di un sistema di manutenzione programmata del territorio
  • Prosecuzione della valorizzazione della Mostra sul cambiamento climatico con riferimento al territorio della nostra Provincia
  • Attuazione del Progetto “Lo Spluga di Donegani” , con attuazione delle iniziative comprese nel Progetto approvato da Fondazione Pro Valtellina (studi, rilievi, allestimento di una Mostra, Produzione di un volume, etc.) nell’ambito della ricorrenza dei 200 anni dalla realizzazione della strada (1817 – 1821)
  • Prosecuzione e possibile ampliamento del progetto volto a sperimentare nuove forme giuridiche per il recupero e la rimessa a coltura di aree agricole abbandonate (Associazione Fondiaria)
  • Possibile prosecuzione ed ampliamento del Progetto di digitalizzazione della documentazione storica presente nelle biblioteche e negli archivi della Provincia
  • Ricerca di possibilità alternative per la prosecuzione dell’iniziativa di Benchmarking tra le aree alpine, dopo l’interruzione del progetto Interreg promosso tra 2016 e 2017.

La circostanza che nel 2018 S.E.V. compia i 25 anni dalla sua costituzione costituirà l’occasione per progettare ed attuare possibili ulteriori iniziative di rilievo nel quadro della prosecuzione della sua mission strategica; in questo quadro stiamo in particolare lavorando al progetto di un Convegno sulla c.d. Economia Circolare, che potrebbe svolgersi nel corso dell’autunno 2018.

LINK al PDF

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi